Depurarsi e dimagrire con le tisane

Ce n’è una per ogni necessità: depurare, disintossicare, sgonfiare l’addome o combattere la cellulite; un piacevole momento di relax che, in più, aiuta contro la fame nervosa

 

Possono sembrare un rimedio blando: solo una tazza d’acqua calda, in fondo. Al contrario le tisane sono preparati fondamentali della fitoterapia e contengono oli essenziali, alcaloidi, vitamine, minerali, oligoelementi. 

L’abitudine alla tisana: 

– favorisce la reidratazione indispensabile a una buona circolazione e a un’efficace depurazione renale, premesse per un corpo libero da tossine, accumuli, scorie; 

– costituisce una piacevole pausa e gratifica chi avverte spesso la necessità di “mettere in bocca qualcosa”, non per fame, ma per nervosismo; 

– sfrutta gli effetti specifici delle piante utilizzate, quindi, di volta in volta, attiva il metabolismo, è drenante o disintossicante. 

Quattro tisane per la linea 

– Si comincia con la depurazione 

Prima di iniziare un regime alimentare controllato, usa per una settimana questa tisana depurativa: preparerà il terreno nel modo migliore. E poi affiancala alla tua dieta per renderla più efficace. 

Ingredienti 

30 g di cardo mariano 
30 g di bardana 
20 g di anice 
10 g di menta 
10 g di liquirizia 

Fai una miscela con tutte le erbe. Metti a macerare 1 cucchiaio di miscela in una tazza d’acqua per due ore; porta quindi a ebollizione e lascia in infusione per mezz’ora. La dose consigliata è di un litro al giorno, da suddividere in quattro grandi tazze, da bere lontano dai pasti. 

– Continua col drenaggio 

Senso di gonfiore e di pesantezza dovuti a ritenzione idrica si combattono con queste erbe. 

Ingredienti 

30 g di foglie di frassino 
30 g di foglie di betulla 
20 g di fucus 
20 g di foglie e fiori di biancospino 

Fai una miscela con tutte le erbe, versane 15 g in una tazza d’acqua fredda, fai bollire per 3 minuti. Leva dal fuoco, fai riposare per 40 minuti, filtra. 

 Per una settimana, bevi 4 tazze al giorno. Fai una pausa di una settimana e ripeti per un’altra settimana. Prosegui per un mese. 

Perfeziona sgonfiando la pancia 

Questa tisana elimina i gas intestinali e combatte la fermentazione. 

Ingredienti 

1/2 cucchiaio di semi di cumino 
1/2 cucchiaio semi di finocchio 
1/2 cucchiaio di semi d’anice 
1 cucchiaio di menta secca 

Prepara una miscela con le erbe indicate e versane un cucchiaino in una tazza di acqua bollente. Lascia in infusione per 10 minuti, poi filtra. Se ne assuma una tazza dopo pranzo e cena, per 15 giorni. 

E ora…dimagrisci! 

Si tratta di una combinazione di piante utili a migliorare il metabolismo, le funzioni intestinali e la digestione, premessa alla perdita di peso. 

Ingredienti 

40 g di fucus 
20 g di frangola 
25 g di melissa 
15 g di liquirizia 

Fai una miscela con le erbe indicate. Versane 15 g in una tazza d’acqua fredda che porterai a ebollizione e lascerai bollire per 3 minuti. Spegni, fai riposare per 40 minuti, filtra. Bevi un litro al giorno di questa tisana, suddiviso in 4 tazze, da prendere lontano dai pasti.Come salvaguardare il potere delle piante 

– Non conservare per oltre sei mesi le erbe essiccate. 

– Utilizzare recipienti alti, in pirex o acciaio inossidabile per bollire l’acqua. Evitare quelli dall’alluminio, rame, ferro, coccio. 

– Tenere sempre il coperchio sia quando si buttano le erbe nell’acqua e si spegne il fuoco, sia quando si fanno bollire. Così non si disperdono gli oli volatili. 

– Bere la tisana immediatamente dopo la preparazione, perché la conservazione disperde i principi attivi. Eventualmente conservarla in frigorifero, al massimo per un giorno, in recipiente a chiusura ermetica. 

Come dolcificare le tisane 

Le tisane andrebbero bevute senza dolcificanti, anche perché ogni cucchiaino di zucchero “costa” 20 calorie e se le tazze sono tre o quattro, il bilancio energetico ne risente. In ogni caso, il dolcificante migliore è il miele, non perché abbia meno calorie, ma perché potenzia l’effetto terapeutico di numerosi principi attivi. I mieli utilizzati dovrebbero essere semiliquidi, da evitare quelli spessi e opachi, come il miele di castagno, e quello di erica, dal gusto amaro.


tisana.jpg

One comment

Rispondi a antonietta Annulla risposta